L’artefice

ARTEFICE Fa, è creatore

Con le lettere A T F C, viste su una targa, riesco a trovare la parola ARTEFICE (come al solito posso aggiungere alcune lettere, ma non posso cambiare il loro ordine), che cerco di definire con tre parole, rispettivamente di 2 1 8 lettere, e ho trovato FA, E’ CREATORE.

Se questa combinazione non vi piace, potete trovarne altre, e saranno anche loro corrette.

Questi greci…

ELLENICO Il greco anticoAltra targa che ho visto per strada e che mi ha incuriosito: EL 256 NC. Con le lettere presenti si deve trovare una parola, eventualmente inserendo altre lettere, ma senza cambiare l’ordine. Poi si deve dare una definizione della parola trovata che abbia tre parole, che abbiano un numero di lettere indicato dalle cifre della targa. Io ho trovato la parola ELLENICO, e la definizione di 2 5 6 lettere è UN GRECO ANTICO. Altre proposte?

La banana

Banana

Ho assistito tempo fa ad una conferenza di Stefano Bartezzaghi, che ha spiegato i meccanismi dei vari giochi enigmistici, partendo dalla parola BANANA o da una sua variante.

Eccone alcuni, ricostruiti a memoria.

  • Scarto di sillaba: banana – nana;
  • Anagramma: casco di banane = anaconda + bisce (da notare che le due parti sono in realazione fra di loro);
  • Antipodo: b-anana (se leggiamo tutto a ritroso, a parte la prima lettera, otteniamo nuovamente la stessa parola);
  • Zeppa: banana – bandana;
  • Cambio di due consonanti uguali: banana – batata.

Alla fine della conferenza, tenuta a Trieste, ho fatto notare a Bartezzaghi che a un paio di chilometri da noi si trovava la località di Banne, che gli permetteva di aggiungere lo scarto: banane – Banne.

Qualcuno vuole partire da un’altra parola, per creare una serie più grande possibile di diversi combinazioni enigmistiche?

Ci vuole disciplina

DISCIPLINA Austerità e severità

Ecco tornare il gioco delle targhe. Questa volta la targa in gioco è DS 918 PL. Da DSPL ho ricavato DISCIPLINA, e da 9 1 8 ho ricavato la definizione AUSTERITA’ E SEVERITA’, dove le tre parole hanno effettivamente 9, 1, 8 lettere.

Qualcuno riesce a far di meglio, magari con qualche definizione più bizzarra e curiosa?

Quante lettere?

Conta sulle dita

Nella frase “SI CONTAN VENTI LETTERE” si contan venti lettere, quindi la frase risulta corretta. Anche sostituendo la parola VENTI con la parola VENTITRÈ, la frase continua ad esser corretta, in quanto in “SI CONTAN VENTITRÈ LETTERE” si contan ventitré lettere.

Ci sono delle frasi nelle quali si possono sostituire più numeri (senza toccare il resto della frase) e la frase risulta ancora corretta?

I mimi

Mimi

Penso che questi farebbero delle facce strane a saper quello che stiamo per far loro. In realtà stiamo per… CONVALIDAR MEMORIALI A VARI MIMI.

Se la frase può sembrar strana, cercate di capire quale sia il criterio con il quale è stata costriuita, e poi… fate altrettanto.

Laura che mi ha suggerito il gioco (e che ringrazio) per questa volta può prendersi una settimana di ferie… a meno che non voglia superare se stessa con un’altra frase.

I cuochi

Susi 42650001

Nella Settimana Enigmistica 4265 di alcune settimane fa appare un quesito nel quale cinque cuochi presentano le loro specialità. Il vincitore è risultato un marocchino con “LA VERA BATTUTA AL ROSMARINO” (cliccando sull’immagine penso che si possa leggere agevolmente il testo).

Gli altri cuochi hanno presentato “RADICCHIO SOPRA GAMBERI DI MARE”, “ASTICE IN POLPA RIGIRATO IN PADELLA”, “COSCIA TENERA DI POLLO ALLA SENAPE”, “TORTELLONI AROMATIZZATI AL PISTACCHIO”, e i personaggi del gioco si chiedono quali saranno le città originarie di questi cuochi.

Una volta risolto il gioco, qualcuno riesce a preparare un piatto che si possa aggiungere a quelli in gioco, rispettando le regole dei precedenti?

Lavami!

Lavami

 

Il mio amico Maurizio tempo fa mi ha scritto dicendo che qualcuno sul lunotto posteriore gli aveva scritto con il dito la solita parola che tutti possiamo leggere se non siamo troppo attenti alla pulizia dell’automobile: LAVAMI.

Stando al volante, lui leggeva correttamente la parola LAVAMI sullo specchietto, e si stupiva che l’autore dell’invito sia stato così ingegnoso da scrivere in modo che si leggesse LAVAMI anche dall’interno. In realtà una scritta sul lunotto posteriore si legge specchiata dall’interno, ma dritta attraverso lo specchietto retrovisore interno.

Ci sono però delle scritte che si possono leggere ugualmente bene sia dall’interno che dall’esterno, e chi si diverte a costruirle le ha chiamate AMBIGRAMMI.

Mi chiedo allora se si poteva in qualche semplice modo scrivere qualcos’altro di simile a LAVAMI in modo che il senso del messaggio sia lo stesso e che sia possibile leggere dall’interno e dall’esterno.

Io un’idea ce l’ho già…

* * * * * * * * * *

Alla fine, dopo aver sentito gli altri interventi, inserisco la foto di una possibile scritta, quella che avevo in mente al momento di proporre il gioco. Ma puol darsi che vi vengano in mente altre.

Lavalautotua