Il pazzo pozzo puzzò

Pozzo

Nella lingua italiana ci sono tante parole che permettono la sostituzione in una certa posizione di tutte e 5 le vocali. Il primo esempio che mi è venuto in mente è pazzo pezzo pizzo pozzo puzzo.

Un’altra combinazione di cinque lettere con cambio della vocale finale è Carrà carrè carri carro Carrù, che presenta il vizio di avere la combinazione carro-carri che presenta la medesima parola, al singolare e al plurale. Inoltre Raffaella Carrà e molto nota, ma il paese Carrù, nonostante abbia dato i natali al nostro Presidente della Repubblica Luigi Einaudi, è poco conosciuto; per carrè è meglio ripiegare come significato al pane o al termine di alcuni giochi, visto che Carrè in provincia di Vicenza è davvero un paese molto piccolo, e che il taglio di capelli carrè è una cosa che difficilmente proverò nella mia vita…

Qualcuno riesce a trovare altre combinazioni simili con tutte e cinque le vocali cambiabili, magari con parole di più di cinque lettere?

9 commenti su “Il pazzo pozzo puzzò”

  1. con poca fantasia, allontanandoci appena dal pozzo, magari troviamo modo di fermarci a mangiare una
    PIZZA.

    Variante: cambiare una lettera, senza guardare se vocale o consonante.
    (ad esempio, AORTA-CORTA-MORTA-PORTA-…)
    Una serie di undici è
    cesta-desta-festa-gesta-lesta-mesta-pesta-resta-sesta-.testa-vesta
    che possono diventare anche di più se accettiamo besta e nesta. (il correttore accetta nesta, ma non riconosce besta)

  2. Ciao a tutti.
    Mi suggerisce il mio amico Paolo che c’era un aneddoto di un furfante sorpreso a rubare vicino all’altare, che si è rivolto così al poliziotto che lo stava arrestando: “Su QUEST’ARA, in QUEST’ERA, con QUEST’IRA, a QUEST’ORA, mi porti in QUESTURA?”. Apostrofi a parte, andrebbe bene.
    A questo punto mi viene la combinazione ARI ERI IRI ORI URI, che però è di sole tre lettere, e mi pare banale (ARI è l’Associazione Rebussistica Italiana, oltre ad altre sigle, e il nome di Onassis in breve; ERI sono le edizioni della Rai, IRI è l’Istituto per la Ricostruzione Italiana, ORI sono i denari, e URI le vergini del paradiso islamico, il nome del mago Geller, dei bovini estinti e il cantone svizzero di Guglielmo Tell… bisogna fare le parole crociate per conoscere queste parole).

  3. E dire che pensavo Carrù fosse noto a livello nazionale per via della fiera del Bue Grasso di Carrù.
    Il Bue Grasso, ragazzi, lo stato dell’arte del bollito! Altro che presidenti!

    Non va più di moda fare le gite mangerecce?

    accasa
    accesa
    accisa
    accosa
    accusa

    Accosa: interiezione che indica sorpresa quando in una soluzione proposta da terzi si incontra una parola apparentemente inventata. “Accosa?!?”)

  4. fratta
    fretta
    fritta
    frotta
    frutta
    (tutte parole di etimologia diversa)
    se prendiamo per buono ARTA (voce del verbo ARTARE, tardo latino per stringere, da cui artato, artatamente…) abbiamo una doppia serie
    arto-erto-irto-orto-urto
    arta-arte-arti-arto-Artù

  5. Non è beneducato che fi un RUTTO, o dei RUTTI, insomma, chi RUTTA…
    Però possono essere dei validi punti di parenza per una “tripla” pentavocalica
    RATTA-RETTA-RITTA-ROTTA-RUTTA
    RATTI-RETTI-RITTI-ROTTI-RUTTI
    RATTO-RETTO-RITTO-ROTTO-RUTTO

  6. … i verbi così scritti all’infinito sono di 8 lettere, ma se li decliniamo ad esempio alla prima persona plurale, tempo futuro, diventano di 11 lettere!
    staccare = disgiungere
    steccare = stonare
    stuccare = ricoprire di stucco
    stoccare = colpire con lo stocco (scherma) / effettuare uno stoccaggio
    sticcare = termine marinaresco che significa orzare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *