Il labirinto

Labirinto

Andrea Latorre, un giovanissimo concorrente, in gennaio è stato il campione di SuperBrain, un programma di Rai 1, condotto da Paola Perego.
Nella sua prima prova Andrea ha ricordato esattamente in che posizione erano i maschi e le femmine fra 100 comparse che si erano disposti alla rinfusa, e che lui aveva memorizzato in poco più di un minuto.
Nella seconda prova il ragazzo dodicenne ha memorizzato per un minuto un labirinto nel quale la strada d’uscita era costellata da 30 svolte, per poi indicare, bendato, se ad ogni incrocio si doveva svoltare a destra o a sinistra.
Complimenti al ragazzo, ma… a me viene voglia come sempre di cercare di capire come può aver fatto a risolvere un problema apparentemente così ingarbugliato.
Penso che si possa immaginare come ha fatto. Avete qualche idea?

Quando è stata presentata la prima scommessa, le 100 persone sono state sistemate a gruppi di 3, quindi Andrea doveva ricordare MFF FMM MFM MMM FFM ecc… Invece di distinguere fra Maschi e Femmine, il ragazzo poteva distinguere fra 1 e 0, e quindi, parafrasando l’esempio di sopra, doveva ricordare (M diventa 1 e F diventa 0) 100 011 101 111 001 ecc, che sono numeri binari diventati numeri ottali, in quanto corrispondono rispettivamente a 4 3 5 7 1 ecc (infatti 000 diventa 0; 001 diventa 1; 010 diventa 2; 011 diventa 3; 100 diventa 4; 101 diventa 5; 110 diventa 6 e 111 diventa 7).
Ecco che ricordare 100 numeri binari diventa ricordare 34 numeri ottali. Sempre complicato, ma meno laborioso.

Anche il labirinto penso sia stato laborioso da ricostruire, ma poi le 30 svolte destra/sinistra penso siano state trasformate in 10 gruppi di 3 svolte, ricordati con 10 cifre ottali in tutto.

Un pensiero su “Il labirinto

  1. Quando è stata presentata la prima scommessa, le 100 persone sono state sistemate a gruppi di 3, quindi Andrea doveva ricordare MFF FMM MFM MMM FFM ecc… Invece di distinguere fra Maschi e Femmine, il ragazzo poteva distinguere fra 1 e 0, e quindi, parafrasando l’esempio di sopra, doveva ricordare (M diventa 1 e F diventa 0) 100 011 101 111 001 ecc, che sono numeri binari diventati numeri ottali, in quanto corrispondono rispettivamente a 4 3 5 7 1 ecc (infatti 000 diventa 0; 001 diventa 1; 010 diventa 2; 011 diventa 3; 100 diventa 4; 101 diventa 5; 110 diventa 6 e 111 diventa 7).
    Ecco che ricordare 100 numeri binari diventa ricordare 34 numeri ottali. Sempre complicato, ma meno laborioso.

    Anche il labirinto penso sia stato laborioso da ricostruire, ma poi le 30 svolte destra/sinistra penso siano state trasformate in 10 gruppi di 3 svolte, ricordati con 10 cifre ottali in tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *