La porta giusta

Porta

Molti forse conoscono questo problema, al quale vorrei cambiare, però, parte del testo.

Sei stato catturato e messo in una capanna, con due porte; ti viene detto che una delle due porte conduce alla salvezza e una alla morte; presso ciascuna delle due porte c’è un guardiano; uno dei due guardiani mente sempre e uno dice sempre la verità; ciascuno di loro sa che l’altro è sincero o bugiardo. Tu puoi porre una sola domanda ad uno di essi, e dopo devi essere in grado di imboccare la porta che conduce alla salvezza. Quale domanda farai?

Ecco ora il mio testo.
Sei stato catturato e messo in una capanna, con tre porte; ti viene detto che una delle tre porte conduce alla salvezza e le altre due alla morte; presso ciascuna delle tre porte c’è un guardiano che può essere sincero o bugiardo, e nessuno di loro sa se gli altri sono sinceri o bugiardi. Tu puoi chiedere una sola cosa ad uno di essi, e dopo devi essere in grado di imboccare la porta che conduce alla salvezza. Cosa chiederai?

2012 – Un anno di anagrammi

cop_anagrammi
A qualcuno potrebbe interessare l’ultimo libro di Giorgio Dendi: 2012 – Un anno di anagrammi.
Per ogni giorno dell’anno appena trascorso vi è anagrammato nome e cognome di un personaggio citato da quotidiani e tv, per ricavare la descrizione dell’avvenimento citato. Alcune volte invece che nomi, sono anagrammati nomi di eventi.
Qualche esempio?

GIOVANNI SOLDINI = VAI! NON SOGNI LIDI?
ALDO + GIOVANNI + GIACOMO = DIAVOLO! MI CONIANO GAG!
CAMPIONATO EUROPEO DI CALCIO = ITALIA OCCUPERA’ PODIO? COME NO!

Cari parrocchiani…

Cari parrocchiani

No, tranquilli, non è un sermone. Ma volevo proporvi una parola che ha una strana curiosità, che non sono mai riuscito a trovare in nessun’altra parola di questa lunghezza. Be’… parole di quattro lettere con questa caratteristica ci sono, ma più lunghe non so. Allora, la parola incriminata è PARROCCHIE.

Cos’ha di tanto speciale?

Parole crociate crittografate

Parole crittografate

Ho sottomano l’ultima Settimana Enigmistica, il n. 4211, e a pag. 26 sono presentati due schemi di PAROLE CROCIATE CRITTOGRAFATE, quelle dove a numero uguale corrisponde lettera uguale.
Il gioco è studiato in modo che si possa sempre raggiungere la soluzione, partendo dalle poche lettere già scritte, poiché nello schema ci sono delle parole con delle combinazioni singolari, facilmente individuabili.
In un vecchio numero c’era nello schema una parola con i seguenti suggerimenti: 1 2 3 4 4 5 5 6, cioè aveva due lettere consecutive uguali (indicate dal doppio 4), e poi nuovamente due lettere consecutive uguali (indicate dal doppio 5), in pratica due doppie attaccate. Trovata la parola, si risolve facilmente lo schema.
Ma mi è rimasto il dubbio: esistono altre parole della lingua italiana con due doppie consecutive all’interno della parola? Io ne ho trovate altre due (quindi tre in tutto, oltre ad eventuali plurali e cose simili), e poi ci sarebbe il nome geografico Tennessee, che ha la doppia S seguita dalla doppia E, ma non all’interno della parola, e comunque non è una parola della lingua italiana.
Buona ricerca.

L’accento

Cesare Marchi è stato un linguista e scrittore che forse qualcuno ricorda per le sue apparizioni nel programma “Almanacco del giorno dopo”, prima del TG1 delle venti.

Ebbene, in un suo articolo, parlava di accenti, e citava l’unica parola, secondo lui, nella quale ci possono essere tre accentazioni diverse, che producono tre significati diversi del termine. Questa curiosità è stata ripresa qualche mese fa in una domanda ad un quiz televisivo del preserata, tipo “L’Eredità” o “The Money Drop”, non ricordo bene, con la risposta già nominata dal Marchi.
Propongo questa domanda, perché anch’io ho un’idea, diversa da quella di Cesare Marchi. Naturalmente, entrambi abbiamo ragione, anzi, non esiste una ragione e un torto, ma altre risposte possono essere ugualmente valide, magari aggiungendo qualche clausola nel testo.
Allora, c’è qualche parola che può avere tre accentazioni diverse?

Continua a leggere L’accento